Benvenuto a Christianismus - studi sul cristianesimo
Cerca
Argomenti
  Area utenti Pagina iniziale ·  NovitÓ ·  Scaricamenti ·  Collegamenti ·  Classifiche ·  Archivio  
Sezioni
· PAGINA INIZIALE
· Il Gesù della storia
  e i suoi seguaci
· Il giudaismo
· L'Antico Testamento
· Il Nuovo Testamento
· Gli apocrifi
· Qumràn
· Letteratura cristiana
  antica
· Incredibile...
  ma falso!
· Recensioni e schede bibliografiche

Christianismus


Per conoscere il progetto Christianismus

· Presentazione
· Andrea Nicolotti
· Gli autori
· I volontari
· Sostienici
· Contattaci


Documento: La formazione del Nuovo Testamento e la questione del canone
Messo in linea il giorno Giovedý, 25 aprile 2002
Pagina: 2/10
Precedente Precedente - Successiva Successiva


Scritti apocrifi, deuterocanonici, pseudoepigrafi

Esiste una categoria di scritti contrapposti ai canonici, detti «apocrifi», dal greco apˇkrufa, che significa «nascosti». Tale denominazione ha avuto varie accezioni lungo la storia: anzitutto furono così designati quei libri che venivano esclusi dalla pubblica lettura liturgica, in opposizione a quelli comuni, pubblici e manifesti, in quanto ritenuti da alcuni portatori di tradizioni misteriose o esoteriche troppo profonde per essere a tutti comunicate. Poi, il termine fu usato più genericamente per indicare gli scritti di dubbia origine, la cui provenienza era quantomeno incerta. Infine il termine passò ad indicare i libri contraffatti o eretici, o per lo meno poco raccomandabili.

Oggi, per «apocrifi» si intendono quei libri che presentano stretta affinità con la Sacra Scrittura e che pretenderebbero di godere della medesima autorità, dei quali però la Chiesa non riconobbe la canonicità. «Apocrifo» quindi si contrappone a canonico, ed è sinonimo di «non canonico, extracanonico».

Evidentemente le categorie «canonico» e «apocrifo» sono di tipo dogmatico e possono anche variare. È possibile notare che il canone dell’AT non è il medesimo per gli Ebrei e per i Cristiani: alcuni libri, composti tardi, non vennero inseriti nella Bibbia ebraica, mentre furono accolti dalla traduzione greca dei Settanta (III - I sec. a.C.) e poi dai Cristiani: sono perciò definiti dai Cattolici «deuterocanonici» (canonici in seconda istanza, sulla canonicità dei quali vi fu inizialmente qualche dubbio) in contrapposizione ai «protocanonici» (canonici da sempre, in prima istanza) 1, anche se per essi questa definizione non ne intacca la canonicità al pari degli altri, ed è solo una distinzione cronologica. I Protestanti, quando non ne accettano la canonicità, li enumerano tra gli «apocrifi», e li relegano al fondo dell’AT. Si tratta di Tobia, Giuditta, I e II Libro dei Maccabei, Baruc, Siracide, Sapienza, nonchÚ i capp. 13 e 14 di Daniele e Ester 10,4-16,24. Ne deriva che quei libri dell’Antico Testamento che per i Cattolici sono apocrifi, per i Protestanti sono «pseudoepigrafi», ovvero «dalla falsa intestazione».

Anche per il NT abbiamo dei deuterocanonici: sono i libri che Eusebio di Cesarea (all’inizio del IV sec.) riteneva ancora di discussa canonicità e che Lutero inizialmente inserì in appendice alla sua traduzione tedesca del NT. Si tratta della Lettera agli Ebrei, delle lettere di Giacomo e Giuda e dell’Apocalisse. Quanto ai deuterocanonici e apocrifi del NT, la terminologia in uso presso i Cattolici e i Protestanti è la medesima, in quanto medesimo è anche il canone adottato dalle due confessioni religiose.

Gli antichi, ed i Greci ortodossi tuttora, solevano chiamare i protocanonici homologo˙mena («sui quali vi è accordo»), ed i deuterocanonici amphiballˇmena («dubbi») o antilegˇmena («discussi»).


1 Terminologia creata da Sisto Senese († 1569).




Precedente Precedente - Successiva Successiva



 
Opzioni

 Stampa Stampa


Argomento
Il Nuovo Testamento
Il Nuovo Testamento

 

 

Christianismus.it - © Tutti i diritti riservati - Copyrights reserved - Omnia iura reservantur
È vietata la riproduzione e diffusione non autorizzata dei contenuti del sito, fatta eccezione per l’uso personale. 


Sito internet realizzato da:
E' una TRX Idea...


Sito realizzato con PHP-Nuke