Benvenuto a Christianismus - studi sul cristianesimo
Cerca
Argomenti
  Area utenti Pagina iniziale ·  NovitÓ ·  Scaricamenti ·  Collegamenti ·  Classifiche ·  Archivio  
Sezioni
· PAGINA INIZIALE
· Il Gesù della storia
  e i suoi seguaci
· Il giudaismo
· L'Antico Testamento
· Il Nuovo Testamento
· Gli apocrifi
· Qumràn
· Letteratura cristiana
  antica
· Incredibile...
  ma falso!
· Recensioni e schede bibliografiche

Christianismus


Per conoscere il progetto Christianismus

· Presentazione
· Andrea Nicolotti
· Gli autori
· I volontari
· Sostienici
· Contattaci


Documento: Questioni scottanti su QumrÓn e il cristianesimo primitivo
Messo in linea il giorno Lunedý, 04 marzo 2002
Pagina: 6/7
Precedente Precedente - Successiva Successiva


Barbara Thiering:
Gesù e Giovanni Battista a Qumràn?

Thiering: il Sacerdote Empio è Gesù di Nazareth.

La tesi più sbalorditiva su Qumràn è stata sostenuta a partire dal 1979 da Barbara Thiering, un tempo della Sydney University1. Come Eisenman ritiene che il Maestro di Giustizia non sia da ricercarsi nel II secolo a.C., e considera la datazione corrente dei manoscritti “uno dei più gravi errori della scienza contemporanea”2. Ma diversamente da Eisenman, egli crede che sia Giovanni Battista; il Sacerdote Empio quindi diviene Gesù di Nazareth, che è anche l’Uomo di Menzogna (i due nomi indicherebbero la stessa persona)3. La Thiering crede che i manoscritti del Mar Morto rivelino che Gesù era un esseno che visse a Qumràn; nel settembre dell’anno 30 sposò la Maddalena, e poi un’altra donna. Egli non morì sulla croce, sulla quale, narcotizzato, era stato innalzato assieme a Simon Mago e Giuda lo Zelote vicino al Mar Morto, ma ne venne portato via all’ultimo momento. All’età di 60 anni venne infine a Roma, per morirvi alla biblica età di 70 anni4.

Errori.

Anche la Thiering è costretta a rigettare tutte le datazioni paleografiche, archeologiche e radiocarboniche dei manoscritti; non diversamente da Eisenman, deve operare alcune letture in modo ancor più improponibile. La notizia secondo cui il Sacerdote Empio avrebbe regnato su Israele (1QpHab 8,9 ss.), che fa subito pensare ad un membro della stirpe asmonea che assunse in sÚ il sacerdozio ed il regno, viene interpretata in questo modo: il Sacerdote Empio (Gesù) fece da “guida” per i laici della comunità di Qumràn. Il verbo “regnare” diventa “guidare”, ed “Israele” diventa una parte degli abitanti di Qumràn. La Thiering cercò di dar credito alla sua tesi sostenendo che “in nessun rotolo manoscritto esiste alcun sommo sacerdote asmoneo”; invece, proprio nei frammenti della grotta 4 pubblicati da Eisenman ne vengono citati esplicitamente alcuni5.

In altri casi, la Thiering sposta di un secolo avvenimenti certi: la crocifissione nell’88 a.C. di 800 Farisei comandata da Alessandro Janneo (4QpNah 1,6-8; Bellum Iudaicum I, 92) la attribuisce a Pilato (cosa impossibile, cfr. Flavio Giuseppe Antiquitates XVIII, 55-59; Bellum II, 169-174).

La fantasia al galoppo: la “vera” storia di Gesù che nessuno conoscerebbe.

Nel suo libro Jesus and the Riddle of the Dead Sea Scrolls6, definito dal prof. Otto Betz “un’impostura non soltanto per la fede cristiana, ma anche per la scienza seria”7, la Thiering ci fornisce sorprendenti informazioni: per quanto riguarda il Giovanni Battista – Maestro di Giustizia, la Thiering addirittura arriva ad affermare che nacque il 16 settembre dell’8 a.C. da Elisabetta, per poi prendere la guida della comunità di Qumràn; ella stravolge l’insegnamento del Battista e ne fa uno Zelota di spirito nazionalista.

Per Gesù, l’autrice crede di aver trovato la chiave interpretativa dei Vangeli (persa da 2000 anni, finora). Gesù era un uomo buono, di piccola statura, con lunghi capelli e barba. Il suo atteggiamento aperto e pacifico irritò l’ala intransigente di Qumràn che lo identificò come Sacerdote Empio e Uomo di Menzogna. Egli nacque nel 7 a.C. non lontano da Qumràn; a 12 anni entrò nella comunità di Qumràn, e fu inserito nell’ordine nel 17 d. C; il padre Giuseppe morì nel 23 d.C.. Il suo battesimo provocò uno scisma tra gli Esseni (rappresentato dai vangeli con l’apertura del cielo, Mc 1,10), a motivo del quale Gesù scelse dodici Apostoli e si separò da Giovanni (a capo degli Apostoli c’era Giuda Iscariota). Sposata la Maddalena nel 30, si presentò nei panni del sommo sacerdote nel 32 (è la Trasfigurazione di Mc 9,2). Schieratosi con gli Zeloti, fece ritorno a Qumràn a cavallo di un mulo nel marzo del 33. Tradito da Giuda, fu catturato a Qumràn da Pilato e crocifisso con Simon Mago e Giuda lo Zelote vicino al Mar Morto (viene anche fornita la foto del luogo dell’esecuzione!); stordito da un narcotico, fu calato dalla croce in stato di incoscienza, portato nella grotta 7 di Qumràn e ridestato con erbe terapeutiche. Gesù ebbe poi dalla Maddalena due figli, una nel 36 e uno nel 37, di nome Giusto. Nel 50 sposò in seconde nozze la commerciante di porpora Lidia di Filippi, prima di recarsi a Roma nel 61 con Paolo. All’età di settant’anni, a Roma o a sud della Francia, Gesù morì. Nel nuovo libro Jesus of the the Apocalypse ella utilizza allegramente il racconto dell'apocalisse per spiegare particolari della vita di Gesù8.

La Thiering afferma di aver scoperto una chiave interpretativa dei testi alla luce della quale (metodo pesher) ella può ricostruire addirittura con precisione di minuti, la vita di Gesù. Ci si spinge addirittura a cambiare le date dei vangeli: quello di Giovanni, datato comunemente alla fine del I secolo e considerato l’ultimo, diventa il primo, scritto nel 37 d.C. nientedimeno che da Gesù stesso.9

Un libro insensato.

Le tesi della Thiering, come già avvenuto con Allegro, Baigent - Leigh ed Eisenman, furono diffuse dai mezzi di comunicazione di massa, mentre la recensione del suo libro sulla Biblical Archaeology Review veniva intitolata “Recensione ad un libro insensato”. L’autore della recensione, l’ebreo Hershel Shanks, scrisse: “Il vero mistero è come abbia potuto decidersi l’Harper di San Francisco, nota generalmente per libri seriamente scientifici, a pubblicare questo pesante volumone. Senza dubbio la risposta ha qualcosa a che fare con ciò che stava sui tavoli rovesciati da Gesù”10. Certamente, è ciò che accomuna questo libro a tutti quelli, di simil genere, di cui abbiamo trattato finora.


1 B. THIERING, The Teacher of Righteousness, Sydney, 1979.

2 B. THIERING, Can the Hasmonean Dating of the Teacher of Righteousness be Sustained?, in Z. J. KAPERA (a cura di), Papers on the Dead Sea Scroll II, Cracovia, 1991, p. 110.

3 Cfr. The Gospels and Qumràn. A New Hypothesis, Sydney, 1981.

4 B. THIERING, Jesus The Man: A New Interpretation From the Dead Sea Scrolls, New York, 1992.

5 R. EISENMAN – M. WISE, Manoscritti Segreti di Qumràn, Casale, 1994, p. 119 ss.

6 B. THIERING, Jesus and the Riddle of the Dead Sea Scrolls, San Francisco, 1992.

7 O. BETZ – R. RIESNER, Gesù, Qumràn e il Vaticano. Chiarimenti, Roma, 1995, p. 165.

8 B. THIERING, Jesus of the Apocalypse. The life of Jesus After the Crucifixion, Sydney, 1995

9 B. THIERING, The Book that Jesus wrote: John's Gospel, London, 1998.

10 Biblical Archaeology Review XVIII/5 (1992), p. 69 ss. L’autore si riferisce all’episodio narrato in Gv 2, 13-17, quando Gesù, entrato nel Tempio, scacciò i mercanti “e sparpagliò le monete dei cambiavalute, rovesciando tutte le loro tavole”.




Precedente Precedente - Successiva Successiva



 
Opzioni

 Stampa Stampa


Argomento
Sensazionalismo
Sensazionalismo

Argomenti Correlati

Incredibile... ma falso!QumrÓn

 

 

Christianismus.it - © Tutti i diritti riservati - Copyrights reserved - Omnia iura reservantur
È vietata la riproduzione e diffusione non autorizzata dei contenuti del sito, fatta eccezione per l’uso personale. 


Sito internet realizzato da:
E' una TRX Idea...


Sito realizzato con PHP-Nuke